Diritti collettivi di libertà

Tra i diritti fondamentali dei cittadini rientrano i diritti collettivi di libertà.

Questi si dividono in libertà di:

  1. Riunione, cioè la possibilità dei cittadini di riunirsi tra loro per qualsiasi motivo, senza bisogno di particolari autorizzazione, (la suddetta costituisce caso eccezionale in particolari eventi: ad es. convegno politico).
  2. Associazione, cioè la possibilità dei cittadini di organizzarsi in gruppi per perseguire scopi comuni, sanciti da uno statuto. Sono vietate due categorie di associazioni: le segrete ( nascondono elementi costitutivi) e quelle che perseguono fini politici mediante organizzazioni militari ( ad es.: brigate rossa).
  3. Di costituire una famiglia.
  4. Di religione.

La libertà di religione può esercitarsi sia in forma individuale, che associata. Nel primo caso non si va al di là della conoscenza individuale, di fronte alla quale il diritto non può che arrestarsi.

La religione interessa il diritto quando diventa un fatto collettivo avente una propria organizzazione. Le Chiese sono le organizzazione dei fedeli di una religione. Secondo la Costituzione, la chiesa Cattolica ha un’importanza fondamentale nel nostro Stato. I rapporti tra Stato e Chiesa sono stati stabiliti, con un Concordato, dai Patti Lateranensi del 1929 e tale rapporto è sancito dall’art. 7 della Costituzione, che cosi stabilisce: “Lo Stato e la Chiesa sono ciascuno nel proprio ordine indipendenti e sovrani”. Nella revisione del 1984 questi Patti non sono stati modificati.

Le confessioni diverse da quella Cattolica fanno riferimento all’art.8 secondo comma che riconosce il diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, purché non in contrasto con l’ordinamento giuridico dello Stato. Queste confessioni godono perciò di autonomia, ma restano subordinate al diritto dello Stato. Questa autonomia non è paragonabile alla sovranità piena, che ha la chiesa Cattolica. La regolamentazione dei rapporti che intercorrono tra lo Stato e queste chiese è regolata da  intese vincolanti. Le chiese che hanno raggiunto l’intese con lo Stato sono:

  • La chiesa valdese;
  • Le chiese cristiane avventiste del settimo giorno;
  • L’assemblea di Dio in Italia;
  • Le Comunità Ebraiche;
  • La Chiesa Evangelica e Battista ;
  • La Chiesa Luterana.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...