Gli organi e gli ordinamenti

In ogni azienda è possibile distinguere a seconda dei compiti:

—  Un organo volitivo (che stabilisce le linee generali della strategia aziendale);

—  Degli  organi direttivi (che traducono le linee generali in programmi concreti di azione);

—  Degli organi consultivi o di staff (che coadiuvano gli organi direttivi con diverse attività, proponendo soluzioni alternative e prospettandone i conseguenti risultati);

—  Degli organi di controllo (che sottopongono a verifica l’operato di altri organi);

—  Degli organi esecutivi (che attuano le decisioni degli organi direttivi eseguendo materialmente le operazioni aziendali).

Vi sono diversi tipi di ordinamento:

—  Lineare (presenta unità gerarchiche ben identificate e una divisione del lavoro verticalizzata);

—  Funzionale (consente scambi di informazioni non gerarchici);

—  Per line e staff (affianca i più alti livelli gerarchici con le unità di staff che ne supportano le decisioni con ricerche, studi, rapporti);

—  Per comitati (prevede l’istituzione di comitati per approfondire singoli problemi e prendere le relative decisioni);

—  A direzioni multiple (prevede invece l’istituzionalizzazione dei comitati, mantenendo l’unitarietà degli indirizzi di gestione).

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...