Piccola e Grande impresa

Piccola impresa:

  • L’imprenditore è in continuo contatto con i lavoratori dipendenti e può instaurare con essi una collaborazione più proficua su basi personali. Spesso però sono meno curate le condizioni ambientali di lavoro.
  • L’imprenditore accentra le decisioni  dando unità di direzione; sorveglia direttamente sia l’attività di lavoro sia l’impiego e l’uso delle attrezzature, riducendo così costi e sprechi. L’azienda gode di maggiore elasticità.
  • La concorrenza delle grandi aziende può essere combattuta solo con la qualità dei prodotti.
  • Gli obblighi contabili sono minori. Vi sono maggiori difficoltà nel reperire finanziamenti.

 

Grande impresa:

  • Vi si applica il principio della divisione del lavoro. Le condizioni ambientali a favore dei lavoratori sono talvolta più curate, grazie al controllo a alla pressione sindacale. La conflittualità è più vivace.
  • I controlli e la sorveglianza sono più complessi. La gestione è più rigida per la presenza di elevati costi fissi di struttura.
  • Vengono attuate produzioni standardizzate, in serie, che consentono riduzioni dei costi per prodotto.
  • Gli obblighi contabili sono più impegnativi. I finanziamenti vengono ottenuti con minori  difficoltà.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...